Imprese di Squadriglia 2018

Il 24 febbraio le Squadriglie del Reparto Stella Alpina hanno festeggiato la conclusione delle loro Imprese di Squadriglia, e hanno mostrato al Reparto i risultati!

La SQ Airone ha costruito due portabici, a cui legare le bici durante le attività in base…

Impesa 2018 SQ AIRONE

La Sq Pantera ha realizzato un nuovo disegno sul muro del proprio angolo di sq…

Impresa 2018 SQ PANTERA

La Sq Volpe ha scritto un diario per raccontare gli sport che hanno imparato in questi mesi…

Impresa 2018 SQ VOLPE

Noviziato in Val Codera

Il 10 e 11 Febbraio 2018, il Noviziato ha trascorso un’uscita in Val Codera.

Durante la strada si è potuto ammirare un bellissimo cielo stellato e le piccole luci lontane.       C’è Noviziato - Val Coderastata l’occasione , grazie ai racconti dei custodi della Centralina, di fare un tuffo nel passato e di conoscere in modo più approfondito la storia delle Aquile Randagie.                                              Il mattino seguente si è prestato servizio per Codera e poi, appena finito di pranzare, si è tornati sulla via di casa, stanchi, ma soddisfatti.

                                                                                                                                                                                                           

Ma mai non può morir, non morirà mai più
la fiamma che ravviva la nostra gioventù…

… non morirà mai più.

Noviziato- Uscita Val Codera

 

Un sorriso non costa nulla

Sabato 3 Febbraio 2018, il Noviziato ha animato un pomeriggio per i nonni dell’ RSA San Francesco D’Assisi e poi insieme si è vissuto il momento della Celebrazione Eucaristica.

“Un sorriso non costa nulla,Noviziato 2017/18- RSA
ma vale molto.
Arricchisce chi lo riceve,
senza rendere più povero chi lo dà.
Non dura che un istante,
ma il suo ricordo può durare per sempre”.

 

Il reparto in cammino ad Abbadia Lariana

Il giorno 28 gennaio 2018 i Reparti Stella alpina e Brownsea sono andati per un’attività intera ad Abbadia Lariana.

Abbiamo preso il treno da Monza e siamo arrivati a destinazione, dopo averne cambiato uno. Appena arrivati siamo andati a Messa, dopodiché ci siamo radunati lungo il Lago di Lecco e lo staff, dopo averci diviso in bisquadriglie, ha fornito ai topografi di squadriglia la cartina per arrivare al posto in cui avremmo svolto l’attività della giornata. È stato un viaggio abbastanza breve ma in alcuni tratti ripido.
Arrivati, abbiamo pranzato ed in seguito avuto il tempo libero; poi abbiamo fatto un momento di catechesi, e dopo Quadrato i capi ci hanno fornito un foglio contenente delle nuove missioni per noi abili agenti segreti: tra queste, un questionario che riguardava la zona di Abbadia Lariana, che ci chiedeva di scoprire ad esempio il numero dei cittadini, le montagne circostanti o la canzone tipica del posto. Il termine era alle 17. In più, non dovevamo farci vedere dalle altre squadriglie, perché in tal caso saremmo stati fotografati dai fotografi di squadriglia che così ci avrebbero penalizzato!
All’orario prestabilito ci siamo ritrovati in stazione, abbiamo preso il treno e siamo tornati, esausti ma felici, a Monza.

In alcuni momenti della giornata abbiamo avuto la possibilità di riflettere anche sul coraggio e sull’esempio delle Aquile Randagie durante il periodo del fascismo, e sulla grande occasione che a noi oggi è data di continuare a camminare lungo questo percorso, con le nostre Fiamme rivolte verso l’alto.

“Finita la guerra le Aquile Randagie nulla chiesero, di nulla menarono vanto. Non ricercarono diplomi, medaglie, riconoscimenti. Considerammo tutto come dovere, come coerenza ad una Promessa che nessuna dittatura avrebbe potuto cancellare dal nostro spirito. Agimmo così, perché così dettò la nostra coscienza. Tenemmo accesa una tenue fiaccola, sotto le raffiche di terribili prove, consapevoli che il nostro rifiuto al fascismo era amore alla Patria, servizio ai fratelli, difesa della dignità umana, ma, venuta l’ora della resurrezione, la porgemmo ad altri, ai più giovani, perché la ponessero alta sul moggio, per illuminare i passi della gioventù d’Italia.”
Don Andrea Ghetti – Baden

Anna e Silvia

Abbadia Lariana, 28 gennaio 2018